In aperta campagna integrata

29.7.15

Tappa 5: Pittolo (Piacenza) – Fiorenzuola d’Arda

Essendoci lungimirantemente portati avanti nel percorso ieri, questa mattina possiamo permetterci di svegliarci più tardi, all’ora dei perdigiorno: le 6:05 (invece delle solite 5:55).

La signora Maria Rosa ci tende subito un tranello: una sorta di brioche piacentina base di peperoni, capperi, olive ed altre delicati ingredienti. È buonissima: non le si può resistere. Presenterà il suo conto salato (mai aggettivo sarebbe più azzeccato) più avanti nel cammino, creando nelle nostre bocce una piacevole sensazione di maglione di lana merino.

Dopo qualche kilometro incontriamo un meraviglioso albero. La cosa un po’ meno meravigliosa è che sarà l’unico di tutta la tappa.

In compenso passiamo un nostro simile: “Il Girasole”, fiore in un campo popolato da foglie.

 

Il giorno dell’arrivo e quindi della presentazione al cliente, si avvicina inesorabilemente quindi la camminata è un continuo e intenso brainstorming strategico e creativo, che viene interrotto solo da sporadici incontri, che non possiamo fare a meno di non commentare.


La nuova frontiera della moda hipster: bici monoruota a cassetta fissa, camicia con texture in stile copridivano, cappello di paglia

Guadiamo un torrente.

Poi ne guadiamo un altro. O forse era lo stesso? Era un déjà vu? Ok, siamo dentro ad Inception.

Poi, all’improvviso, all’interno di una casa diroccata, ci arriva un altro messaggio mistico.

call to action

 

reason why

Nel frattempo il caldo ci costringe a smettere di pensare. Un’ondata di siccità travolge tutto, anche i nostri cervelli.

 

Fortunatamente la protezione civile ha predisposto lungo l’ultimo tratto di strada, dei pratici kit per risolvere il problema dandosi fuoco.


Resistiamo alla tentazione di farlo e il tempo ci dà ragione: dopo pochi minuti, in mezzo al deserto, intravediamo una torre di estrazione di petrolio.


Scopriremo solo dopo, una volta entrati a Fiorenzula d’Arda, che quella era una  sorta di Tour Eiffel locale, edificata in occasione della Notte bianca. Ci auguriamo vivamente che, proprio come la parente parigina non venga demolita e possa diventare un simbolo dell’Italia del mondo.
Tracciato Runkeeper: http://rnkpr.com/aaadcsa

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...